Commenti: 236
  • #236

    Sari (domenica, 25 febbraio 2018 13:30)

    Qui nevica forte. Nevica sulle violette del prato e sull'unico fiorellino dell'improvvido pruno da fiore. Anche gli alberelli del condominio accanto al mio sono tutti gemmati ma a giorni arriverà il freddo siberiano e avrà punizioni per tutti. Mai fidarsi delle apparenze, paiono dire i fatti.
    Nelle nostre case il tepore non manca ed è piacevole guardare la neve scendere copiosa regalando quel senso di pace che difficilmente trova posto nei pensieri feriali.
    Ed allora buona domenica di pace, calore e serenità a tutti.

  • #235

    Sari (sabato, 24 febbraio 2018 19:11)

    Mi spiace sapere che non stai bene, Marileti, forse la tua è una forma reumatica, chissà. In bocca al lupo per la visita di lunedì.
    Buona domenica a chi passa.

  • #234

    marileti (sabato, 24 febbraio 2018 12:31)

    BUON SABATO, O QUEL CHE NE RESTA. Scusate il maiuscolo, ma la mia mano sinistra ha dei problemi e devo mettere il tasto del maiuscolo anche per una sola lettera e poi, me ne dimentico.
    Indagini mediche ne ho fatte tante in quest'ultima settimana, ma ancora non si evidenzia il perchè di questa specie di paresi al lato sinistro del corpo. Lunedì porterò tutte le indagini al medico di base e vedremo se riuscirà a cavarne qualcosa.
    Bacioni a Sari e a PAOLA, MA ANCHE A CHI DOVESSE ENTRARE DOPO

  • #233

    icasticla (venerdì, 23 febbraio 2018 11:58)

    Purtroppo cara Sari millenni di cultura maschilista son duri a morire...e mi sembra che stiamo tornando indietro invece di procedere coi nostri diritti. Embrioni di uomo-pecora...che novità sarebbe? il mondo è già pieno di pecore!

  • #232

    Sari (venerdì, 23 febbraio 2018 10:05)

    La foto sul quotidiano ritrae un gruppo di persone in ambiente istituzionale, uomini e donne di cui si parlerà nell'articolo a cui lo scatto è a corredo. Ma le donne hanno gonne corte e gambe accavallate e lo sguardo va subito lì. Parlo del mio sguardo, occhi di donna matura e normalmente orientata.
    Penso che saremo credibili solo quando quando avremo imparato a vestirci in modo consono... pur con tutto ciò che ci piace e a cui non si deve e può rinunciare.

    Buona giornata.

  • #231

    Sari (giovedì, 22 febbraio 2018 16:26)

    Cara Sticla, non facevo esami da tanti anni e, visto che non sono più una ragazzina, si stanno evidenziando piccoli guai a cui occorre dare un grado di priorità.
    Passerà... siamo toste tu ed io, rinforzate dal cioccolato e dalla capacità di immergerci dentro un libro.
    Ho letto del gelo in arrivo e vedrò di fare provviste sufficienti per qualche settimana (ahahah) così la Momi ed io usciremo solo per fare pipì.
    E poi c'è il gelo provocato dalla politica... brrrr... a quello non vedo rimedio nè dottore.
    Hai letto che son stati creati embrioni di uomo-pecora? E che novità sarebbe questa... uhm... se mi guardo attorno...
    Ciao Sti'
    Saluti anche a chi passa o passerà.

  • #230

    icasticla (giovedì, 22 febbraio 2018 11:44)

    Ciao Sari, anch'io sono sotto esami...ma mi voglio distrarre! hANNO previsto un freddosiberiano, nel senso che viene proprio di là...dovrò riporre la bici e andare a piedi, io che odio camminare. Primavera, dove sei?

  • #229

    Sari (mercoledì, 21 febbraio 2018 19:50)

    Sticla, meravigliosa ragazza... sto facendo esami di routine e perciò poco presente.
    Siamo rimaste sole ma qui le finestre sono sempre aperte e la cuccume tè, caffè e cioccolata sono sempre pronte sul fornello.
    Sai che qui sta nevischiando? Dicono che domani ne scenderà tanta.
    Buona cena, ciao.

  • #228

    icasticla (mercoledì, 21 febbraio 2018 10:46)

    toc toc...non c'è più nessuno? un saluto a chi passa

  • #227

    Sari (mercoledì, 14 febbraio 2018 10:53)

    Buongiorno.
    Ieri ho guardato il replay di un bel documentario di Ermanno Olmi, del 2017, che ritrae il grande (per me) cardinale Carlo Maria Martini. S'intitola "Vedete sono uno di voi" e dopo averlo visionato mi sono resa conto della distanza dalla sua persona a quel che accade, e pare normale, nel mondo d'oggi.
    Mi fa ancora bene ricordarlo e ascoltarlo perchè sa sostenere e tracciare confini al mio senso di liceità

  • #226

    icasticla (venerdì, 09 febbraio 2018 10:40)

    Grazie Marileti mi sono divertita col tuo raccontino! ciao Sari, ciao a chi passa di qui!

  • #225

    Sari (venerdì, 09 febbraio 2018 09:58)

    Buongiorno.
    Ignoranza fa rima con arroganza e bene fa Augias e promuovere il libro di Tom Nichols che ha scritto "La conoscenza e i suoi nemici" dove appare chiaro come la cattiva informazione produca danni e allontani pericolosamente dalla vera conoscenza dei fatti.
    Là dove ogni incompetente si sente alla pari con il competente ci sarà disfatta.
    E se gli incompetenti presuntuosi fossimo anche noi?

    Qui ho letto un bell'articolo che parla di questo argomento e fa riflettere... Chi crede, copi questo link e lo incolli sulla barra degli indirizzi e... buona lettura.
    http://24ilmagazine.ilsole24ore.com/2017/02/la-fine-della-competenza/?refresh_ce=1

    Ciao.

  • #224

    marileti (giovedì, 08 febbraio 2018 10:19)

    grazie Sari, MI SONO DIVERTITA MOLTO A SCRIVERLO, ANCHE SE QUA E LA CI SONO DELLE IMPRECISIONI CHE PRIMA O POI ELIMINERO'

  • #223

    Sari (giovedì, 08 febbraio 2018 09:25)

    Nel Salotto del forum di Eliamino, la nostra Marileti ha scritto la seconda e ultima parte del suo racconto. E' qualcosa di particolare e invito a leggerlo.
    Grazie Marileti.

  • #222

    Sari (giovedì, 08 febbraio 2018 09:20)

    Eppure...
    ... nonostante il clima esasperato che stiamo vivendo, un italiano pensa di andare sulla Luna. Un pool nostrano ha fatto importanti scoperte nell'ambito della medicina. Le mense Caritas continuano a lavorare a pieno ritmo, sostenuta dal lavoro di tanti volontari. La Ricerca pensa al futuro e al fabbisogno alimentare che verrà. Chi scrive continua a farlo. Nell'etere circolano tanti sogni grandi e piccoli. I bimbi continuano a disegnare case, prati verdi, grandi soli e le loro risate riparano i muri che la vita ogni tanto tenta di sgretolare.

    Buona giornata.

  • #221

    icasticla (mercoledì, 07 febbraio 2018 09:00)

    siamo proprio burattini nelle mani di imbecilli che tirano i fili...ci fanno discutere di cose senza senso per distoglierci dai loro movimenti tesi a tenerli sulle poltrone, senza un minimo pensiero per i problemi veri...questo non poter fare nulla mi dà la nausea. Stamani sono così...scusate!

  • #220

    Sari, a seguito del post precedente (mercoledì, 07 febbraio 2018 08:36)

    ... e se, dicevo, questo è un insulto. Non sarà, piuttosto, un'indicazione che potrebbe rivelarsi preziosa?

  • #219

    Sari (mercoledì, 07 febbraio 2018 08:31)

    Buongiorno.

    Si fa un gran parlare di "razza" e questa mattina ho appreso che si vorrebbe eliminare questa parola persino dalla Costituzione.
    Qualche anno fa, leggendo una mia cartella sanitaria, vedevo scritto: "razza caucasica" e mi chiedo, a posteriori, se anche nella sanità esiste un problema razziale e se

  • #218

    Sari (martedì, 06 febbraio 2018 08:01)

    Buongiorno.

    Questa sera inizierà il festival di Sanremo e lo fa in sordina, surclassato da una fragorosa campagna elettorale e dalla cronaca nera. Mi piace ricordare altri anni, quelli che ci vedevano tutti incollati a radio o tv per ascoltare, e possibilmente imparare a memoria, i motivi canori che si sarebbero canticchiati nei giorni successivi. Gli scoop, gli scandali, intesi come eventi eccezionali, erano di ben poco peso, se paragonati alle odierne e quotidiane boutade dei personaggi pubblici.
    Ecco, cos'è che ancora ci scandalizza? Me lo chiedo con preoccupazione...

  • #217

    Sari (lunedì, 05 febbraio 2018 21:09)

    Cara Marileti, forse la mia impazienza mi ha fatto scrivere quel che ieri ho postato, andrò sicuramente a leggere la tua puntata.

    Nel numero online di Focus c'è un trafiletto che tratta degli errori di scrittura della lingua italiana. Se credete, andate a curiosare... io l'ho trovato interessante.

    Ai presenti e ai desiderati assenti porgo la mia buonanotte.
    A domani.

  • #216

    marileti (lunedì, 05 febbraio 2018 10:50)

    Cara Sari, non comprendo il tuo appunto. Io ho sempre postato a breve giro di posta le varie puntate dei racconti.

  • #215

    Sari (domenica, 04 febbraio 2018 13:53)

    - Come stai Marileti?
    E' così, le donne andavano in chiesa con il capo coperto (gli uomini dovevano invece scoprirlo) ma lo facevano solo per il tempo della Messa mentre le donne islamiche sono sempre coperte, viso e collo. In quegli anni ero piccola ma penso che mia madre non l'abbia mai indossato.
    Davanti alla scuola di mia nipote vedo parecchie signore islamiche e noto la differenza che passa fra l'una e l'altra. C'è chi è coperta dalla testa ai piedi, chi usa il velo viso-collo su un abbigliamento composto da jeans stretti e giubbotto e chi è a capo scoperto. Non deve essere facile per loro decidere come abbigliarsi, strette tra la famiglia e le nostre usanze che forse un giorno diverranno anche loro, pur senza rinunciare a quel che credono.
    - Marileti, se scriverai il tuo racconto a cadenza regolare andrò a leggerlo... non vorrei correre il rischio di leggere il seguito di quel che ho già scordato. :)))

    Cara Sticla, un ministro ha detto: "in Italia mai" ma non questo non mi tranquillizza... o forse ancor più mi allarma.

    Buona domenica a tutti.

  • #214

    marileti (domenica, 04 febbraio 2018 12:09)

    Cara Sari, tornando al post 210, ti voglio ricordare che negli anni '50 un'italiana andava in chiesa col capo velato e una vedova si vestiva tutta di nero, come anche chi aveva subito un lutto recente in famiglia.

  • #213

    marileti (domenica, 04 febbraio 2018 11:42)

    PER SFUGGIRE ai braccialetti e alle promesse elettorali, mi sono dedicata ad uno strano racconto. Vi posto in salotto la prima puntats

  • #212

    icasticla (domenica, 04 febbraio 2018 10:22)

    Purtroppo il lavoro è già una forma di schiavitù, com'è concepito oggi. Spero che sia solo una notizia senza seguito, saremmo veramente messi male!

  • #211

    sari (sabato, 03 febbraio 2018 16:47)

    Buongiorno.

    Leggo che una grossa catena di acquisti online vuole mettere i braccialetti elettronici ai dipendenti per meglio controllarli. L'idea mi pare malsana perchè, innanzitutto, i dipendenti non sono carcerati e poi perchè, leggo sui giornali, un controllo esiste già e viene effettuato dalla verifica dei codici a barre di cui ogni pacco è dotato.
    Il lavoro sarà forse la nuova forma di schiavitù?

  • #210

    Sari (venerdì, 02 febbraio 2018 10:52)

    Buongiorno.

    La coesione e la forza che sarebbero seguite alla costituzione della Comunità Europea, non sono state neppure abbozzate ... è giunto invece un feroce diktat economico che favorisce potere e convenienze di pochi.
    Ieri si è celebrata la giornata del Velo Islamico. Leggo di una signora che ne parla asserendo che il velo non è un pezzo di stoffa ma uno stile che la donna musulmana assume. Da persona che si ritiene libera, penso che se una persona di fede islamica deve avere un segno distintivo, è utile che anche gli uomini, della stessa fede, ne indossino uno. E altrettanto visibile.

  • #209

    marileti (venerdì, 02 febbraio 2018 10:37)

    e poi si fanno tante storie per le sponsorizzazioni dei grandi monumenti italiani

  • #208

    icasticla (giovedì, 01 febbraio 2018 17:56)

    La religione di qualunque genere dovrebbe restare fuori da queste decisioni...la corte di Strasburgo avrebbe molte altre cose da discutere! Io sono sempre stata una fautrice dell'Europa unita, stati senza frontiere ecc. ma mi sembra che questo tipo di Europa non ci abbia portato a nessun progresso, siamo sempre più chiusi nei nostri confini e ci guardiamo in cagnesco...che brutto mondo.

  • #207

    Sari (mercoledì, 31 gennaio 2018 09:04)

    Buongiorno.

    La corte di Strasburgo ha approvato l'uso delle immagini di Gesù e Maria nelle campagne pubblicitarie. Trasecolando, mi chiedo se esista ancora qualcosa e qualcuno che meriti rispetto o riguardo.

  • #206

    Sari (martedì, 30 gennaio 2018 09:09)

    Buongiorno.

    Non so se si è notato che molti personaggi politici parlano fra loro ponendo la mano davanti alla bocca, come fanno i bambini... come loro si scambiano segreti segretissimi di cui non bisogna che nulla trapeli. MI chiedo se temano il nostro sguardo di elettori o i loro colleghi attenti al labiale.

  • #205

    Sari (lunedì, 29 gennaio 2018 08:31)

    Buon lunedì.

    Ieri ho ascoltato in replay una puntata di "Quante storie", l'ospite era Massimo Recalcati ed ha trattato il tema del sacrificio. Chi non conosce questa condizione che spaventa e mette ansia?
    Recalcati ha smontato ogni idea che avevo di questa parola precisando che il sacrificio rovina la vita perchè non comporta solo una rinuncia ma uccide i nostri desideri. Al sacrificio, lui contrappone felicemente il dono, il desiderio di donare senza aspettarsi nulla in cambio... un po' come fa una madre verso il figlio a cui dedica tanto di sè e del suo tempo senza addebitarglielo.
    Questa sua teoria si aggancia al Vangelo e ai suoi insegnamenti mostrando come Gesù non abbia imposto sacrifici ma insegnato amore. Recalcati, ieri, ha messo in campo un nuovo cristianesimo, quello che da sempre ho sognato... senza colpe e, sacrifici ma che costruisce un cammino in libertà.

  • #204

    icasticla (sabato, 27 gennaio 2018 13:29)

    Un augurio speciale a Marileti, rimettiti presto! c'è un solicino pallido ma fa caldo per la stagione che è, si sta bene fuori, almeno non si pensa a tutto quello che va storto nel mondo. Un caro saluto Sari.

  • #203

    marileti (sabato, 27 gennaio 2018 11:10)

    Tutto perso o solo smarrito con il vecchio PC-
    A Napoli terzo giorno asciutto e poco freddo con il sole che tinge d'azzurro il cielo

  • #202

    Sari (sabato, 27 gennaio 2018 10:47)

    Buiongiorno.

    Cara Marileti, di qua non passa più nessuno e quel tuo racconto delle traversie di Giuliano lo conosciamo tutti. Lui, in passato, scrisse alcuni brandelli della sua tragica esperienza e io non li ho più... se tu hai qualcosa scrivilo qui, per favore, e provvederò a metterlo in Home.

    E' questo un giorno di nebbia che pare scesa a celebrare questo giorno del ricordo.
    Sia ricordo attivo e perenne per tutto il mondo.

  • #201

    marileti (venerdì, 26 gennaio 2018 12:58)

    nella giornata del ricordo, mi avrebbe fatto piacere trovare nella home il racconto "Mondi riemersi" per far capire a chi non c'era come si viveva allora

  • #200

    Sari (giovedì, 25 gennaio 2018 21:29)

    In bocca al lupo, Marileti. Tienici informati, per favore.

    Un treno oggi è deragliato.
    Vergogna vergogna vergogna per chi doveva provvedere alla manutenzione e non l'ha fatto.
    Vergogna per le ferrovie che pensano alle tratte per ricchi e non a quelle di chi viaggia per lavoro e che paga la manutenzione perchè compresa nell'acquisto del biglietto.
    Morti, feriti, paura, rabbia.
    Ricordiamo tutto questo il 4 marzo.

    Buonanotte.

  • #199

    marileti (giovedì, 25 gennaio 2018 13:02)

    Lontana da voi da tempo a causa di un capogiro che mi ha fatta scivolare a terra. Per fortuna nulla di rotto, ma la mano e il piede sinistro sembrano addormentati. Il medico ha prescritto RX e visita neurologica. Nel frattemo resto a casa e già sono mancata ad una lezione di sceneggiatura.
    Con soddisfazione lo spettacolo di reading dei racconti sui quadri"Bisbigli al museo", che ebbe un buon successo all'Humaniter - la società dove frequento le lezioni - verrà riproposto nella mia parrocchia.
    un abbraccio circolare

  • #198

    Sari (giovedì, 25 gennaio 2018 10:27)

    Buongiorno Sticla
    ... e buongiorno a chi passerà.
    - Di D'avenia ho letto "Ciò che inferno non è" e mi è piaciuto perchè, pur trattando della società siciliana, parla a tutti noi. Quel titolo, citazione de "Le città invisibili" di Calvino, me lo sono segnato ma non è tempo di lettura per me.
    Ho sottomano anche "L'arte di essere fragili" che ho sbirciato ma messo da parte per la stessa ragione. Aspetterò l'estate perchè la lettura va assaporata. Gialli o polizieschi a parte. ;)
    - Credo davvero che questa nostra società sia immatura e che quasi si provi il vanto d'esserlo. Forse quella voglia di essere eternamente giovani ha fatto perdere di vista la gioia e il tornaconto procurati dalla maturità.
    Ciao cara Sticla.

  • #197

    icasticla (giovedì, 25 gennaio 2018 08:59)

    Invece purtroppo cara Sari tutti si aspettano tutto dagli altri e poi si lamentano se niente viene regalato. Hai letto qualcosa di D'Avenia? io lessi un libro tempo fa ma non mi ha lasciato nulla. Un caro saluto a chi passa.

  • #196

    Sari (mercoledì, 24 gennaio 2018 19:33)

    Maturo è chi riesce a mettersi d’accordo con la vita smettendola di aspettarsi qualcosa da lei, ma accetta coraggiosamente sia lei ad aspettarsi qualcosa da lui, in un sempre più armonico dialogo tra la naturale sete di felicità e gli altrettanto naturali limiti umani con cui ci si scontra nella bellezza incompiuta del cosmo.
    È bene ripeterselo: la felicità consiste nel difficile abbandono della posizione fetale, in un’apertura esplorativa e generosa del mondo, con tutte le scoperte e ferite che questo comporta.

    Alessandro D'Avenia

  • #195

    Sari (mercoledì, 24 gennaio 2018 11:09)

    La politica, con i suoi personaggi, sgomenta e allarma. Anche la proposta di un bottone rosso da cliccare, sui social, per denunciare le false notizie mi ha preoccupata molto. La Gabanelli, interrogata a questo proposito. ha risposto: chi più dei politici e giornalisti usa raccontare balle? Grande!

    Buona giornata.

  • #194

    Sari (martedì, 23 gennaio 2018 20:47)

    Così, per sorridere un po' della modernità.

    La strega cattiva va da Biancaneve e le porge la classica mela.
    Biancaneve la guarda perplessa e dice:
    - Ma come, me la dai così, senza sacchetto bio?

    :)

  • #193

    icasticla (lunedì, 22 gennaio 2018 13:12)

    Hai proprio ragione Sari, è nostro dovere ripetere fino alla nausea la storia che abbiamo visto da vicino e nel casi del nostro Giba anche vissuto sulla propria pelle, per i giovani cheoggi non ne sanno o non ne vogliono sapere nulla.

  • #192

    Sari (lunedì, 22 gennaio 2018 10:02)

    Buongiorno.
    Guadate un po' quanto possano nuocere le false notizie (bufale) di cui tanto si parla in questo periodo. Fra pochi giorni si ricorderà la shoa, quel che di tremendo è successo al popolo ebraico e Focus ricorda come la persecuzione abbia avuto origine da una falsa notizia, più volte ripresa, fino a quando qualcuno l'ha fatta diventare un progetto di sterminazione di massa.

    Tutto parte dalle accuse fatte agli ebrei, rei di avere ucciso Gesù... fatte seguire, nel 1903, dalla "divulgazione di una delle più celebri fake news della storia: i Protocolli dei Savi di Sion, un falso documento "ritrovato" nella Russia degli zar che parlava di una cospirazione ebraica e massonica per impadonirsi del mondo. Il presunto complotto fu poi presentato per la bufala che era nel 1921, dal Times, con alcuni articoli che ne svelavano genesi e falsità". (Le poche righe del virgolettato sono ricopiate dal sito di Focus)

    Le vere ragioni per cui Hitler arrivò a compiere uno dei più gravi crimini che la storia ricordi sono diverse ma nessuna, per come la penso, riesce a dare un senso ai fatti tremendi che accaddero.

    Anch'io, come tanti, non amo la data del 27 gennaio che ricorda i fatti accaduti ma credo sia necessario farlo per evitare che il revisionismo storico la faccia passare per bufala.
    Buona giornata.

  • #191

    Sari (venerdì, 19 gennaio 2018 16:16)

    Ciao Sticla, della Ferrante ho letto due soli titoli ma trovo che scriva molto bene.
    - Qui, in Italia, è molto discussa e la sua prosa divide parecchio... qualcuno grida al miracolo e altri la ritengono una furbetta. Non sono d'accordo con nessuno di loro...ma la trovo una persona intelligente, interessante e con punti di vista mai banali... mi fa piacere che oltreoceano l'apprezzino.
    Noi l'abbiamo trattata male volendo, forzatamente indagare sulla sua identità, arrivando persino a controllare i suoi conti bancari. (Non credevo si potesse e quel giornalista, si fa per dire, andrebbe denunciato).
    - Anch'io vorrei sapere le lingue come te che sei bravissima... nella prossima vita le imparerò leggerò il Guardian come niente fosse.
    Ciao Sticla.

  • #190

    icasticla (venerdì, 19 gennaio 2018 11:45)

    Grazie Sari, ho appena letto anch'io l'articolo su Repubblica e leggerò la Ferrante sul Guardian (il vantaggio di aver studiato le lingue)! a te è piaciuta la saga? a me molto. Un saluto a chi passa di qui...putroppo sempre meno...

  • #189

    Sari (venerdì, 19 gennaio 2018 09:04)

    Buongiorno.

    Novità:
    Elena Ferrante, la scrittrice italiana molto letta e tradotta, sarà editorialista del "Guardian Weekend" dove terrà una rubrica settimanale. Scriverà trattando di argomenti seri o leggeri e lo farà da par suo... beato chi la leggerà. Anche la sua editrice lo pensa scrivendo: "Non vediamo l'ora di vedere dove ci porterà".
    Questo il link del Guardian:
    https://www.theguardian.com/books/2018/jan/18/elena-ferrante-to-become-guardian-weekends-new-columnist?CMP=twt_books_b-gdnbooks%3FCMP%3Dfb_a-culture_b-gdnculture

    E sul caso molestie verso le donne la Ferrante dice la sua:
    "La forza dei piccoli e grandi Weinstein, che si trovino al centro del mondo o in posizione marginale, è non soltanto di non provare alcuna vergogna di fronte alle diverse forme di stupro alle quali ci sottopongono, ma anche di farci credere, con un meccanismo ripugnante, che siamo noi a doverci vergognare".
    Questo il link dell'articolo da cui ho appreso la notizia:
    http://www.huffingtonpost.it/2018/01/18/elena-ferrante-a-sostegno-del-metoo-le-donne-non-si-vergognino-di-denunciare-i-piccoli-e-grandi-weinstein_a_23337120/?utm_hp_ref=it-homepage

    Buona giornata.

  • #188

    eliamino (giovedì, 18 gennaio 2018 19:19)

    !

  • #187

    marileti (giovedì, 18 gennaio 2018 13:24)

    alla ricerca del ... tempo perduto: Eliamino nel 2010:
    "passiamo a cose più allegre.

    Ieri sera, mentre riassettavo la cucina, Angelica si metteva del burro di cacao davanti al forno che faceva da specchio.
    La mia principessina, in un crescendo di esclamazioni tutte tese ad esaltare la propria bellezza di damigella carnevalesca, ad un certo punto esulta: "Sò la più bella di tutte iooooo!".
    E guardandomi, afferma con decisione: "Tu no!".