Commenti: 83
  • #83

    Sari (venerdì, 24 novembre 2017 22:36)

    Sono ancora malatissima, Eli, mi ha assalito un super super super virus che mi ha ridotta uno straccetto.
    Aspetto di sapere gli sviluppi della tua attività con la figliola e immagino quanto vi divertirete.
    Un saluto a tutti, buonanotte.

  • #82

    marileti (venerdì, 24 novembre 2017 19:46)

    faccele leggere, sì

  • #81

    eliamino (venerdì, 24 novembre 2017 16:00)

    ...e infatti Spagnuolo è l'amico con cui siamo stati a cena. E' il figlio di Spagnuolo padre... chissà, magari l'hai visto che era ancora un ragazzino.

    Il corso non è di sceneggiatura, no. Però ci hanno dato questo compito per improvvisare una scena... ma non mi piace improvvisare. Soprattutto se ho un'idea che si può esprimere solo con determinati gesti, parole... mamma mia quanto sono convinto! Ma quanto ci credo? Ad un tratto sono convinto di essere diventato un genio del teatro!

    Ve le farei leggere le 3 battute ma sono ancora su carta.

  • #80

    eliamino (venerdì, 24 novembre 2017 13:30)

    Si! E' proprio Spagnuolo!

  • #79

    marileti (venerdì, 24 novembre 2017 13:13)

    Che bella idea il corso di teatro padre/figlia!
    Dato che hai scritto del personaggio e dell'inquisizione, suppongo sia un corso di sceneggiatura e che poi lo rappresenterete.
    Il bar di Castellammare si chiama Spagnuolo e da ragazzina ci andavo quasi tutte le settimane per mangiare, a mezza strada da Sorrento o Amalfi, Positano, Vietri una deliziosa granita di caffè con panna. Il caffè sapeva di caffè e la panna era morbida e compatta al punto giusto.
    Ora vado a buttare la pasta.
    Buona giornata a tutti

  • #78

    icasticla (venerdì, 24 novembre 2017 12:53)

    Eliamino, falli leggere anche a noi i tuoi compiti a casa!

  • #77

    eliamino (venerdì, 24 novembre 2017 11:59)

    Abbiamo ricevuto anche un compito per casa:

    preparare un personaggio che per avere un potere eccezionale viene processato dall'inquisizione.

    Credo di aver avuto una bella idea e ho scritto il pezzo, il pezzetto, questa notte, finalmente libero dagli impegni, fino alle 3.
    Chissà se questa sera ci arrivo al corso, e se ci arrivo sveglio!

  • #76

    eliamino (venerdì, 24 novembre 2017 11:55)

    Buongiorno a tutti.

    Sari, sei guarita?

    Mi guardo le mani e... ho le unghie ancora nere, e anche la pelle, dove si è indurita, intorno ai polpastrelli, per aver pulito le canne fumarie.
    Mi sono sporcato perché quella del camino ha una botola per chiudere e ci si è incastrata la spazzola! Per toglierla mi sono riempito di fuliggine fin dentro le orecchie.
    E poco fa ho sistemato la legna che mi hanno portato questa mattina.
    E continuo a lavorare, con il PC, con le dita dure che battono sui tasti. Sembrano contrastare queste dita ferite con il software che producono. Invece è un bell'equilibrio. Così non mi spezzo la schiena e non mi stresso davanti al monitor.
    Tra un lavoro e l'altro, finalmente, dopo due anni, ho ricominciato un'attività ricreativa, creativa.
    Il venerdi sera (la scorsa settimana abbiamo fatto una "lezione di prova") Angelica ed io andiamo ad un corso di teatro.
    Finalmente si gioca!

  • #75

    eliamino (giovedì, 23 novembre 2017 12:45)

    m'è venuta l'acquolina in bocca!


    Brava marileti!


    Il nome di quel bar l'ho visto da internet, ma anche io ricordo che lo chiamano in un altro modo.

    Ci lavora addirittura l'amico di un amico nostro con il quale questa estate siamo stati a mangiare una pizza.

    Dice "andiamo a prenderci un caffè da..." non me lo ricordo!


  • #74

    marileti (giovedì, 23 novembre 2017 12:35)

    ELI il bar vicino alla cassa armonica (o almeno così ricordo), ma aveva un cognome. BOH
    Domenica ho trascorso un pomeriggio diverso perchè la mia classe di scrittura ha presentato un reading dei racconti (imput era stato "Un quadro racconta"). Lo spettacolo si chiamava
    BISBIGLI AL MUSEO
    Io non ho letto il mio racconto (l'avaro di Boch, perchè sono troppo timida per salire su un palco. Gennaro, il mio compagno di classe, ha letto molto bene ed il mio racconto è piaciuto molto, come tutto lo spettacolo.
    Ora vado a mettere due broccoli di cima in padella per calarci le orecchiette.
    Buona giornata a tutti

  • #73

    eliamino (mercoledì, 22 novembre 2017 08:14)

    che bravo Bennato!
    Sempre originale, diverso.

    Buona giornata a tutti.

  • #72

    Sari (martedì, 21 novembre 2017 12:50)

    https://video.repubblica.it/rubriche/webnotte/webnotte-la-mia-vita-in-una-canzone-bennato-canta-a-napoli-55-e-a-musica/289089?video&ref=RHRD-BS-I0-C6-P4-S1.6-T1
    Ascoltate questo Bennato che racconta la sua vita e riserva sul finale una autentica chicca di vera musica rock. Bravo!

  • #71

    Sari (lunedì, 20 novembre 2017 16:14)

    Buon pomeriggio. Tosse, mal di gola e febbre anche alta. mi tengono a letto. La prima influena della stagione ha scelto me... purtroppo.
    Un saluto a tutti sognando i luoghi di cui Eli ci ha resi partecipi.
    Ciao.

  • #70

    eliamino (lunedì, 20 novembre 2017 16:03)

    marileti , il bar a Castellammare:

    il GRAN CAFFE' ?

    Quello vicino alla cassa armonica?

  • #69

    marileti (lunedì, 20 novembre 2017 11:15)

    Buon giorno e buona settimana a tutti. Poco fa il portiere mi ha avvertita che sarebbero venuti a leggere il gas. Quando ho aperto la porta mi sono trovata di fronte ad una giovane donna molto avvenente. Mentre la conducevo al contatore, le ho detto che lei era la prima letturista che vedevo e le facevo i complimenti - il mondo cammina se lei occupa un posto che prima era solo degli uomini.
    Mi ha fatto rilevare che il suo lavoro non sempre era esente da brutte sorprese.
    Chiara (la letturista) è sposata con due figli già grandi.
    Vado a scriverci un raccontino

  • #68

    eliamino (lunedì, 20 novembre 2017 09:47)

    Camminare tra i noccioli, dentro questi corridoi vivi, mi da sensazioni difficili da descrivere.
    Due file di militari con le armi alzate: questo può essere un modo di descrivere una delle sensazioni che provo.

    Buona giornata

  • #67

    marileti (domenica, 19 novembre 2017 12:47)

    Nell'ultima foto scattata, gli alberi spogli del fogliame mi hanno fatto pensare a militari con le armi alzate a fare da ala a qualcuno

  • #66

    marileti (domenica, 19 novembre 2017 12:44)

    Eliamino, è bella la tua casa. Mi piace tanto il vialetto di accesso e la quantità di alberi accanto

  • #65

    eliamino (domenica, 19 novembre 2017 11:19)

    Tra i noccioli e gli ulivi c'è casa nostra:

    https://drive.google.com/open?id=1_CtFd-syth1wvBUzofTwzScSkICICa1g

  • #64

    eliamino (domenica, 19 novembre 2017 11:16)

    e questa un paio di settimane fa:

    https://drive.google.com/open?id=1PW7BfNlBud5esTSWlCLYRdCf7YR4ZV0D

  • #63

    eliamino (domenica, 19 novembre 2017 11:15)

    Buongiorno e buona domenica.

    Questa l'ho scattata ieri.

    https://drive.google.com/open?id=1_o7JPsyoskwwjb1-ZivuOWzOc_w_iCKK

  • #62

    icasticla (sabato, 18 novembre 2017 12:20)

    Faccio mie le parole di Sari...che sogno quell'angolo nel verde! buona giornata a tutti, con un bellissimo cielo azzurro.

  • #61

    Sari (sabato, 18 novembre 2017 09:59)

    Buongiorno.

    ----> La foto di Eli mi ha fatto desiderare di fare colazione lì, ogni mattina, con un caffè, una fetta di ciambella fatta in casa e un lingottino di fondente. "Colazione con vista sul paradiso", si potrebbe dire. Che bello!

    ---> Al contrario di tanti amici che ne hanno scritto, amo i dolci e sono golosa. Amo anche una fetta di pane, possibilmente toscano, con la crema di nocciole più famosa al mondo... però ne ho scoperta da poco una, prodotta da una celeberrima casa di cioccolato con nocciole, che forse la supera, forse perchè profuma di fondente.
    La mia nipotina va pazza per latte e biscotti, quelli secchi, e mi sono detta che i bambini amano le cose semplici, senza troppe creme e aromi ed è tornata, senza saperlo, all'essenzialità, ai sapor primi.

    ---> L'Italia è tutta bella, Antonio, ma certe zone sono, o paiono, incontaminate e ci riportano a un paradiso perduto.
    Il tuo modo di scrivere è una foto a 360° dove è piacevole fare quattro o mille passi.

    ---> Auguro a tutti tanto sole, qui c'è ed ha scacciato la nebbia mattutina.

  • #60

    marileti (sabato, 18 novembre 2017 09:34)

    bellissimo incontro padre figlio.
    A sproposito:come si chiama il grande bar a CASTELLAMMARE DI stabia che è in piazza, vicino alla villa comunale da almeno 60 anni?

  • #59

    eliamino (venerdì, 17 novembre 2017 19:00)

    eravamo soli Lorenzo ed io.
    Ciao, buona serata

  • #58

    marileti (venerdì, 17 novembre 2017 18:07)

    romantici solo voi due genitori

  • #57

    eliamino (venerdì, 17 novembre 2017 13:21)

    Faccio una prova con una foto di questa estate, scattata qui.

    Riuscite ad aprire il link?

    https://drive.google.com/open?id=1g-9y2ptMV_6_6GrxnkGyh7Y2iWNodp7G

  • #56

    eliamino (venerdì, 17 novembre 2017 13:08)

    marileti, io e te abbiamo tante cose in comune.

    Anche icasticla allergica alla frutta secca! mannaggia!

    Ora vado a fare un paio di foto (se funziona la fotocamera), e poi ve le faccio vedere in qualche modo.

    ciao

  • #55

    marileti (venerdì, 17 novembre 2017 12:21)

    Saranno tutti in questo forum i non estimatori della nutella?
    Sono molto golosa, ma la nutella, proprio non mi piace. Amo tutta la frutta secca ed il top per me è cioccolata amara con nocciole. Ma... mi piace il caffè amaro e, se per caso ne bevo un sorso zuccherato, mi sento male.
    L'Irpina è bella. Alcuni ricordi della mia infanzia sono legati a questo territorio.
    Cari saluti a tutti

  • #54

    icasticla (venerdì, 17 novembre 2017 11:31)

    Anch'io non amo la nutella, ma il cioccolato amaro...e mi attira molto la frutta secca a cui purtroppo sono allergica. Non si può avere tutto! Che bello sarebbe Eliamino vedere una foto del tuo bellissimo posto, per ora ce lo possiamo solo immaginare! Un saluto a tutti da una Firenze primaverile.

  • #53

    eliamino (venerdì, 17 novembre 2017 09:11)

    Ciao Antonio!

    quindi adesso abito in un ambiente a te noto.
    Siamo vicini di casa, in tempi e luoghi lontani.
    Che bello!
    Per fortuna la nutella non mi attira.
    Non mi attirano i dolci.
    Ho un palato tutto per l'amaro: bevo caffè amaro, mi piacciono la cicoria, il radicchio.
    Da bambino ero contento quando, per abbassare la febbre, mi davano la novalgina.
    Non si usa più la novalgina? Solo tachipirina?

  • #52

    Antrefrain (giovedì, 16 novembre 2017 19:19)

    Le nocciole di……Eliamino.
    Ciao Ely.
    Io sono nato, cresciuto e “pasciuto” sino alla maggiore età a Baiano, un Comune di poche migliaia di anime posto nella bassa Irpinia a confine con la provincia di Napoli. Il mio paese è noto oltre che per essere stazione terminale della tratta ferroviara Napoli-Nola- Baiano, una fra le più antiche d’Italia, anche per la sua economia basata essenzialmente sulla coltivazione e lavorazione delle nocciole. Anche tutta la zona del mandamento baianese, che comprende i Comuni di Avella(ricordare il Cippus) che gareggia con Nola per il ruolo di città più antica della Campania, Sperone, Sirignano, Quadrelle e Mugnano del Cardinale; quest’ultimo è noto oltre che per il culto di Santa Filomena presso il cui santuario fu creata una particolare struttura per la accoglienza e assistenza di giovani ragazze orfane, voluta dai Borboni che la visitavano spesso, anche per la produzione degli insaccati di carne suina.
    Come perciò è facilmente intuibile ho mangiato nella mia gioventù nocciole, noci e castagne in quantità enormi perché non vi era chiusura di pranzo che non ne prevedesse il consumo.
    Forse ne avrò mangiate veramente troppe. Infatti da qualche anno sono allergico proprio a quel tipo di frutta. Per me che ancora oggi non sono capace di rinunciare al cioccolato è una limitazione che mi mette in crisi se vedo altri mangiare a colazione o in altre occasioni la nutella.
    Visitate l’Irpinia, terra che conserva ancora buona parte del suo patrimonio di terra sana abitata da gente che ama il lavoro ed è ancora in buona parte fedele custode dei suoi valori. E’ terra di lupi.
    Salutissimi ai presenti ed a chi verrà a leggerci.

  • #51

    eliamino (mercoledì, 15 novembre 2017 16:39)

    Sari,

    no, nessun deposito.

    abbiamo tirato giù dal camion 8 sacchi (balloni come li chiamano) da 5 quintali circa.
    Li abbiamo posati su un pallet e, con l'aiuto del mio vicino che ha il trattore, li abbiamo posizionati tutti vicini. Li abbiamo coperti con un telo di plastica 8 x 12 m, poi con un telo "occhiellato", di quelli verdi che si usano nei campeggi, sotto le tende... insomma un bel lavoro.

    costo 450 euro + il trasporto.

    Ancora non so quanto costa la legna.

  • #50

    eliamino (mercoledì, 15 novembre 2017 16:29)

    #46 : AHAHAH! Giusto marileti!

  • #49

    Sari (mercoledì, 15 novembre 2017 11:31)

    Buongiorno.
    Grazie Marileti, ogni tanto anch'io faccio un giro nel forum di Eliamino per trovare, in ogni topic, le parole di Giuliano, il nostro caro che manca, sì, ma questo suo sito non sarà mai un nido vuoto perchè la sua presenza c'è, così come ci siamo noi che gli abbiamo voluto, e gli vogliamo, bene.

    E dopo avere incontrato" Giuliano, nel forum, si potranno leggere anche altri pezzi di autentico colloquio fruttuoso, offerti da Giba e da altri che sanno scambiare idee alla pari.
    E dopo avere corso per topic si vada nel salotto per leggere i racconti giallo-neri di Marileti a cui va il mio grazie per avere terminato il racconto ultimo.

    Vado a preparare il pranzo... buona giornata Ottovolante.

  • #48

    marileti (mercoledì, 15 novembre 2017 09:34)

    Cari amici, buongiorno.
    Ieri pomeriggio ho trascorso diverse ore in compagnia di Giuliano & company nel salotto.
    Ho ritrovato lì tutta l'intelligenza, l'arguzia, la bontà e la disponibilità di Giuliano.
    Cercavo un racconto che postai lì ed ho ritrovato un pezzo di passato.
    GIBAFAMILY, se ancora ci leggete, fate un salto in salotto (link- forum di Eliamino - il salotto)

  • #47

    Sari (martedì, 14 novembre 2017 20:48)

    Le nocciole sono frutti meravigliosi, mescolano bene col cioccolato e se ne fanno anche buonissimi biscotti. Accipicchia, 41 quintali.. chissà che bel rumore ha prodotto lo scarico nel tuo deposito. Non sapevo delle qualità dei gusci delle nocciole, Eli, costano come legna e carbone e inquinano meno?

    Buonanotte a tutti, dormite bene.

  • #46

    marileti (martedì, 14 novembre 2017 17:09)

    beati coloro che hanno mangiato le nocciole

  • #45

    eliamino (martedì, 14 novembre 2017 16:31)

    ho comprato 41 quintali di gusci: un camion.

    Di nocciole ne mangiamo una quantità notevole, ma con i gusci che produciamo in una settimana neanche riusciremmo ad accenderla la caldaia.

    Qui è zona di nocciole: i privati le vendono le nocciole alle aziende del posto, le aziende le sgusciano e le vendono alla Perugina. Poi vendono i gusci (il nocciolino, come lo chiamano qui) con cui si alimentano caldaie come la mia, che mangia gusci, pellet, sansa. Ma il nocciolino scalda parecchio e non sporca.

  • #44

    marileti (martedì, 14 novembre 2017 11:22)

    Cantine, gusci di nocciole, rondini che tornano al tetto, neve che cade e parole che si e ci innalzano! Tanti messaggi che ci fanno intravedere l'intimo dell'altro.
    Io sono sempre alle prese con il nuovo smartphon che non riesco a comprendere: sarà incomunicabilità?
    Vado a inserire la fine ne "Il paravento"
    uona giornata a tutti

  • #43

    Sari (martedì, 14 novembre 2017 10:17)

    --->Anche per noi, Eli, quella di ieri è stata la prima giornata fredda della stagione e di neve ne è caduta rovinosamente tanta ma oggi, incredibile, c'è un sole novembrino che sta sciogliendo la neve e pare quasi chiedere scusa per la mascalzonata dell'inverno.
    --->Marileti, mica credere che gli Eliaminidi campino a nocciole (ahaha) perchè loro, i frutti, nascondono bene il tesoro che hanno all'interno e la parte legnosa è quasi più del frutto. Quando ero bambina avevamo una caldaia, in cantina, dove bruciavamo di tutto... carta, cartone, cassette della frutta e anche l'esterno della frutta a guscio che noi bambini gradivamo quasi quanto il dolce, poco presente sulle tavole di allora.
    Ecco, pensando a quell'epoca, noto quanto è cambiata la nostra alimentazione e quanti prodotti nuovi sono stati via via immessi nel mercato. A quei tempi le uniche esoticità erano rappresentate da banane, ananas e, sporadicamente, cocco. Ora vedo negli scaffali frutti di cui mi tocca leggere l'etichetta per saperne il nome. Questa, secondo me, è spersonalizzazione, frutto della globalizzazione.

  • #42

    Sari (martedì, 14 novembre 2017 09:58)

    Buongiorno a tutti.

    PRECISAZIONI
    ---> Mario, il mio intervento nr 34 non intendeva violare il desiderio che mi avevi espresso privatamente ma mi avrebbe fatto piacere, come a tutti, un tuo personale saluto che pensavo sarebbe arrivato.
    ---> In questo sito ci sono sezioni aperte, che permettono cioè un intervento non mediato, dove inserire pensieri o altro.. qui, in PARLIAMONE, vorrei che ci si parlasse solamente, come desiderava il nostro Boss.
    PARLARSI è innanzitutto un piacevole scambio e vuol dire ascoltare e inserirsi nel discorrere dell'altro offrendogli il nostro riscontro. Se questo non succede il colloquio nasce e muore in un attimo senza avere costruito nè per noi nè per gli altri.
    Qui non ci sono argomenti da trattare.. basta il pacere della compagnia e che si tratti di costo della farina o delle intuizioni precristiane presenti nell'Iliade non fa, e non farà, differenza.
    Per il resto che ci preme scrivere, e che farà piacere leggere, occorre usare altri spazi.
    GRAZIE.

  • #41

    Stelvia (martedì, 14 novembre 2017 06:52)

    . .. e quel nido vuoto trovo' la ragione di resistere alle intemperie del tempo.
    Nella piccola dimora, seduta accanto al fuoco danzante col suo dolce crepitio, ascolto voci e parole stentate, inceppate e tirate dal vento mentre rotolano, strisciano e poi si rialzano in vortici capricciosi portandole alla mente sempre più chiare; svolgono il loro passaggio obbligato per formare, incolonnate, frasi sempre più chiare e più vicine al cuore.
    Al caro Amico che mi guarda da sopra le nuvole, rivolgo il mio pensiero e lo ringrazio per i consigli guida che hanno sorretto la mia anima rinforzandola e "purificandola".
    E come allora, grazie di avermi trasmesso la curiosità del cercare quelle verità che non incutono paura ma danno il coraggio di aprire il cuore e di scegliere ciò che più fa bene per il vivere malinconico di alcuni giorni. Nel breve spazio/tempo in cui ho potuto conoscerti, accumulare e condividere i tuoi pensieri e il tuo saper "distinguere e classificare", non sempre facili da dare loro una ragione, oggi di questi ne faccio tesoro.

  • #40

    Mariolieto (lunedì, 13 novembre 2017 23:08)

    Vi sono spazi di tempo che si vivono soltanto vagando con pensieri al vento, fuori dalla realtà, in cerca di un qualcosa che non si riesce a carpire, ad afferrare... e in quel vagare a vuoto trovi un aggancio, una voce amica che ti riporta fra la gente... Come è accaduto a me nel mio vagare lontano fra le nuvole ammaliatrici del silenzio, poiché carpito dalla voce amica di GIULIANO che mi richiamava alle sue lunghe telefonate, a quello scambio di parole che si facevano amicizia e condivisione di liberi pensieri... Quella voce mi ha riportato dove lui mi aveva chiamato ed amorevolmente accolto affinché mi unissi ad Amiche ed Amici che come me nutrivano e nutrono l'intimo bisogno di sentirsi bene insieme al di fuori ed al di sopra di qualsiasi concetto comunque espresso...
    "Ritorna la rondine al tetto..." cantava una vecchia canzone...

  • #39

    marileti (lunedì, 13 novembre 2017 19:12)

    Gusci di nocciole? L'interno l'hai mangiato tu?

  • #38

    eliamino (lunedì, 13 novembre 2017 17:55)

    buonasera a tutti.

    Qui non nevica ma l'aria si è fatta fredda e ho dovuto accendere la caldaia prima di pranzo.

    Questa, se non sbaglio, è la prima giornata veramente fredda di questa stagione.

    Ieri mi sono preparato caricando la legna e i gusci... la caldaia va a gusci di nocciole e a legna. Enormi quantità di gusci, enormi quantità di legna, enorme fatica, enorme soddisfazione.

    Qui non c'è un interruttore per accendere i caloriferi... cioè, in realtà ci sono 3 termostati, uno per piano, ma prima bisogna accendere il fuoco, di sotto, con la diavolina e i legnetti.

  • #37

    Sari (lunedì, 13 novembre 2017 11:45)

    Avevo detto che non avrebbe attecchito? Beh, sbagliavo perchè ora il paesaggio è tutto candido. Nevica furiosamente, ci sono lampi e tuoni e io guardo il tutto con animo sereno.
    Sì, la natura ancora sa stupire.

  • #36

    Sari (lunedì, 13 novembre 2017 10:22)

    Buongiorno.
    Nevica. I fiocchi non restano a terra perchè non fa sufficientemente freddo ma intanto li guardo scendere copiosi, leggeri e mi riempio della retorica del mondo pulito (non coperto) che quasi tutti sognano. Non lo fanno certo i mascalzoni denunciati ieri da una trasmissione televisiva... mannaggia che rabbia.
    Buon lunedì.
    P.S.: Marileti ricordati di Ilaria :)))

  • #35

    Sari (domenica, 12 novembre 2017 22:01)

    ---> Ho letto un'altra puntata, Marileti... grazie. A domani.
    ---> Visiono un filmatino flash, di quelli che ci si spedisce in allegato ai messaggi e il finale è per giustificare la presenza di tanti animali da soma nei governi. Sì, lo scopo è raggiunto, mi sento sostenuta nel mio malcontento ma mi chiedo se tali messaggi, che somigliano ai libelli degli antichi romani, non siano in qualche modo pericolosi. Chi legge, infatti, si sente vendicato correndo il rischio di accantonare i fatti arrivando quasi a banalizzarli.,. come fossero scaduti. Mah!
    ---> Buonanotte.

  • #34

    Sari (domenica, 12 novembre 2017 12:59)

    Buongiorno e serena domenica.

    Sono innamorata della mia meraviglia in crescita, Antrefrain, e tu che hai nipoti lo sai bene quel che si prova. E poi lei è... va bè, mi fermo qui tanto si può immaginare quel che scriverei. :)

    Grazie Marileti, appena ho letto qui sono corsa a leggere "di là" e invito tutti a farlo. A domani allora, tifando per la protagonista e la sua sorte.
    Che ne è degli amici assenti? Mario mi ha scritto che da tempo desiderava calare gli impegni e porge i suoi saluti a tutti. Speravo lo facesse di persona e ancora lo aspetto.
    Di Stelvia non so ma tu frequenti il suo stesso social e forse avrai modo di incontrarla.

    Dicono che lunedì nevicherà e io aspetto 'sta meraviglia che lo scorso anno non ci ha dato il piacere di vederla cadere a fiocchi.
    Buon pranzo.