Commenti: 23
  • #23

    marileti (sabato, 01 luglio 2017 12:17)

    si noi festeggiamo molto gli onomastici così il santo di cui portiamo il nome ci proteggerà. Perciò tra quelli della mia generazione non troverai mai nomi come Selvaggia, Chanel e similari

  • #22

    icasticla (venerdì, 30 giugno 2017 11:46)

    grazie degli auguri Marileti, so che al sud gli onomastici sono festeggiati come i compleanni, la mia nuora almeno lo fa!

  • #21

    marileti (venerdì, 30 giugno 2017 09:31)

    Grazie Sticla,mi farò tentare dal tuo consiglio. A sproposito, ieri non ti ho fatto gli auguri di buom onomastico e allora: AUGURI

  • #20

    icasticla (mercoledì, 28 giugno 2017 17:32)

    Si Marileti, ho cominciato Murakami con "kafka sulla spiaggia" e poi tutti gli altri ( quasi). Molto complesso entrare nel mondo di questo autore giapponese per me validissimo, ma vale la pena provare.

  • #19

    marileti (mercoledì, 28 giugno 2017 13:16)

    Tutti al mare o sui monti? o come Mario fresco fresco nella sua mansarda?

  • #18

    marileti (mercoledì, 28 giugno 2017 00:54)

    Cari amici, avete mai letto qualcosa di Haruki Murakami?

  • #17

    Sari (lunedì, 26 giugno 2017 10:44)

    D'accordo Sticla, totalmente.
    Io rileggo spesso e un titolo che ogni tanto ho voglia di riprendere in mano è "L'insostenibile leggerezza dell'essere" che, per me, è fonte di molti pensieri. Rileggo anche "Il piccolo principe" e "La lunga fuga" di Louis L'Amour che mi ha insegnato, e insegna, la costanza, la fatica e il potere del credere in sè.
    Un libro... che tesoro può essere.

  • #16

    icasticla (mercoledì, 21 giugno 2017 11:00)

    Per me la differenza fra un buon libro e un capolavoro sta nel fatto che un capolavoro lo si può rileggere e trovarci sempre qualcosa di nuovo su cui riflettere...un buon libro lascia un buon ricordo ma finisce lì.

  • #15

    marileti (martedì, 20 giugno 2017 23:36)

    tutto letto e ormai nel dimenticatoio... potrei rileggerli?
    Ma... il tempo non è infinito e forse mi precludo la possibilità di godere di un vero capolavoro. Ci penserò

  • #14

    icasticla (martedì, 20 giugno 2017 11:14)

    Marilwti, hai letto "il birraio di Preston" e "la scomparsa di Patò", sempre di Camilleri ma senza il commissario? adoro il Camilleri romanziere

  • #13

    marileti (lunedì, 19 giugno 2017 09:07)

    cOME TI CAPISCO, sTICLA.
    scusa le min e le maius sbagliate. Ho amato molto il primo Camilleri senza Montalbano, vedi "La concessione del telefono"

  • #12

    icasticla (lunedì, 19 giugno 2017 08:39)

    Io ho appena finito l'ultimo di Camilleri, mi sono affezionata al commissario Montalbano anche se i primi erano migliori. Adesso sono in pausa... approfitterò dei vostri suggerimenti.

  • #11

    marileti (domenica, 18 giugno 2017 18:50)

    segno Baldacci da farmi regalare per l'e-reader.

  • #10

    Sari (domenica, 18 giugno 2017 14:36)

    Sto leggendo i thriller politici di David Baldacci che ho trovati nel lettore elettronico che mi hanno regalato. La lettura è sempre veloce, accattivante, le trame sono ben orchestrate e mi è facile riconoscere attinenze con il mondo della politica "reale" ormai conosciuto. Sono libri di evasione (che non disdegno) e l'unico appunto che potrei fare all'autore è la sbrigatività dei finali che non accompagnano adeguatamente i lettori al distacco dai protagonisti a cui ci si è, pagina dopo pagina, affezionati.
    Sto ancora leggendo "Il potere assoluto".

  • #9

    marileti (sabato, 17 giugno 2017 16:59)

    M.L. Stedman " La luce sugli oceani" .
    Letto alcuni anni fa e trovato molto ben scritto, sorrevole e interessante per l'argomento trattato

  • #8

    marileti (giovedì, 15 giugno 2017 19:58)

    Ho appena finito di leggere "La tentazione di essere felici " di Lorenzo Marone. Il libro è attraversato da una sottile ironia che rende il tema trattato (la vecchiaia) quasi divertente.

  • #7

    marileti (martedì, 13 giugno 2017 10:32)

    Ho letto tutti i libri della Ferrante a partire dall'amica geniale due estati fa. Non possono dirsi capolavori e l'ultimo se lo poteva anche risparmiare, però sono scritti con un ritmo avvincente.
    Secondo me è una donna, cara Sticla

  • #6

    Sari (martedì, 06 giugno 2017 13:50)

    Ho seguito anch'io il tuo consiglio sulla Ferrante, Sicla, e non mi sono pentita neppure per un momento.

  • #5

    icasticla (martedì, 06 giugno 2017 09:04)

    Ho trovato interessante e ben scritta la saga dell'Amica Geniale della Ferrante (chiunque sia), penso che dovrebbe piacerti Marileti,i caratteri sono ben delineati e si svolge a Napoli.

  • #4

    marileti (domenica, 04 giugno 2017 12:56)

    Cara Paola, già verso gli anni '70 pensavo che non si scrivessero più buoni libri e, sfiduciata da qualche acquisto, mi rituffavo in "Guerra e pace" che ritenevo, allora come ora, il più grande romanzo storico mai scritto.
    Sulla capacità umoristica degli Ebrei mi piace citare Moni Ovadia

  • #3

    Sari (giovedì, 01 giugno 2017 09:30)

    Quello dell'editoria è un mondo complesso che non punta alla qualità del prodotto ma alla novità. I milioni di libri al macero, quelli introvabili anche se editati di recente e nonostante la richiesta dei lettori, parlano di un mercato estraneo alle logiche culturali. Però al Salone di Torino, quest'anno, si sono avuti segnali positivi e il nuovo direttore mi piace molto.
    Grazie a Sticla e Marileti che hanno inaugurato questo spazio che spero diverrà vivace.

  • #2

    icasticla (domenica, 28 maggio 2017 11:34)

    che bello questo topic! segnalerò i libri che mi piacciono, anche se purtroppo sono sempre meno...come del resto in tutti i campi, anche in letteratura si dimostra la pochezza del nostro tempo. Sto leggendo Singer "la famiglia Karnowsky" e ammiro quella capacità degli ebrei di prendersi benevolmente in giro.

  • #1

    marileti (sabato, 27 maggio 2017 09:37)

    Vi segnalo il libro che sto leggendo:
    Marone "La tentazione di essere felici"
    L'autore è napoletano ed il libro è molto ironico circa la vecchiaia.
    Non proprio in modo sfrenato, ma mi sta facendo ridere